Oliena e Orosei in Provincia di Nuoro

Cala Gonone Dorgali Sardegna

Oliena si trova su un’ampia vallata caratterizzata da intense coltivazioni di uliveti, mandorleti, e vigneti.

Importante centro agricolo pastorale, è famosa per la coltivazione della vite che, già in passato, dava vini pregiati come quello dell’Oliena.

E’ uno dei paesi più tipici del nuorese con una delle varietà più originali di costumi, gioielli e dolci.

Oliena: tipicita’ del nuorese

Particolarmente sentita la processione pasquale de S’Incontru.

Suggestivo e maestoso il parco nazionale del Gennargentu, con i suoi lecci e sughere gigantesche, gli oleandri, i ginepri, i corbezzoli, i tassi secolari.

Oliena, Vestiti Tipici Sardi
Oliena, Vestiti Tipici Sardi

Oliena, esprime molto bene il mondo culturale del territorio nuorese. Conserva ancora nelle sue strette e tortuose strade molte case tradizionali dipinte di calce, con piccole corti, scalette interne, pergolati, le stanze dipinte a colori vivaci, i fumaioli dalle fogge più varie.

Numerosi gli edifici religiosi, tra i quali va ricordata l’ex parrocchiale di Santa Maria, la chiesa di Santa Croce.

Particolarmente famosi il Collegio dei Gesuiti e chiesa di S. Ignazio da Lodola.

Oliena, I riti della Settimana Santa
Oliena, I riti della Settimana Santa

La strada provinciale per Dorgali conduce alla sorgente di Su Gologone che, con una portata di 300 litri d’acqua al secondo, alimenta il fiume Cedrino.

Proseguendo per la valle di Lanaittu, di fronte alla grotta di Sa Oche (la voce), si trovano una tomba di gigante e, poco lontano, i resti del villaggio nuragico di Sa Sedda ‘e Sos Carros. A sud la grotta di Corbeddu, dove sono stati rinvenuti importanti materiali paleontologici.

Orosei

Orosei, situato tra il mare e le falde del monte Tuttavista, al margine della pianura alluvionale creata dalla foce del fiume Cedrino, è circondato da coltivazioni di oliveti e frutteti.

Sardegna Golfo di Orosei
Sardegna Golfo di Orosei

Il territorio è ricco di insediamenti nuragici, e vi sono tracce della presenza romana. Porto strategico per i traffici commerciali con la penisola, l’architettura delle sue chiese testimonia dei rapporti particolarmente stretti con i Pisani.

Il centro di Orosei

Dalla strada statale 125 si entra nella via Satta sulla cui sinistra troviamo la torre di S. Antonio, del XIV sec., e la chiesa di San Antonio Abate, il cui santo si festeggia il 16 gennaio.

Sardegna, Golfo di Orosei
Sardegna, Golfo di Orosei

Intorno alla chiesa, le “cumbessìas”, tipiche costruzioni che ospitavano poveri e pellegrini.

Da S. Antonio si giunge alla piazza del Popolo, in cui sorge la chiesa parrocchiale di S. Giacomo Maggiore, il cui santo si festeggia dal 23 al 25 luglio.

Tra gli edifici sacri da visitare segnaliamo:

  • il tempio medievale intitolato a S. Gavino, costruito in pietra basaltica,
  • San Sebastiano, situato nel rione più antico del paese.
Il mare di Orosei
Golfo di Orosei, Sardegna
Golfo di Orosei, Sardegna

Uscendo dal paese, dalla strada statale 125 si arriva alla spiaggia Marina di Orosei.

Dalla periferia, andando verso Dorgali, si accede alla bellissima spiaggia di Osalla.

A nord, per la S.S. 125, si va alle spiagge di Fuil ‘e Mare, Sas Linnas Siccas, e ai villaggi di Cala Liberotto e Cala Ginepro.

Nel golfo di Orosei si ammirano i più antichi paesaggi scolpiti nel granito messo a nudo dall’erosione dei millenni che ne ha consumato la parte cristallina e calcarea, sul golfo, nel massiccio del Gennargentu e nel vicino Supramonte.

Da Cala Gonone, piccolo centro di pescatori di origine ponzese, si raggiunge la Grotta del Bue Marino, habitat naturale delle foca monaca.

Da Cala Gonone, in direzione di Orosei, all’altezza del bivio per Galtellì, la chiesa campestre di Su Babbu Mannu, del 1622, e la grotta di Ispinigoli, che si sviluppa per 10 Km.

Golfo di Orosei, Costa Est della Sardegna
Golfo di Orosei, Costa Est della Sardegna

Centri balneari rinomati per le splendide spiagge e il colore azzurro verde del mare cristallino sono:

  • Cala Luna, accanto allo stagno creato dal Rio Codula de Ilune, in una gola di eccezionale interesse paesaggistico,
  • Cala Sisine,
  • Cala Mariolu.

Risalendo la costa verso nord si incontra la spiaggia di Berchidda, Capo Comino, Santa Lucia. Qui spicca la Torre di S. Lucia, del XVII sec., costruita con mattoni e pietra basaltica scura, con l’omonima chiesa e una lussureggiante pineta.

Oliena e Orosei in Provincia di Nuoro
5 (100%) 3 votes

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *